CASTELL'ARQUATO

San Valentino 2019

Giovedì 14 febbraio

UN BACIO SULLE NUVOLE

Visita guidata alla Rocca Viscontea, aperitivo romantico in Enoteca Comunale
Il borgo degli innamorati festeggia il giorno più romantico dell’anno. Belle strade rurali che si snodano tra le colline e proseguono verso i monti, ed ecco il profilo di torri,campanili, merli, che rendono Castell’Arquato un borgo suggestivo e spettacolare. Fuori,la natura mescola i suoi colori con vecchi tufi e laterizi. Dentro,stretti vicoli, voltoni e rampe creano il piccolo spazio segreto di un paese costruito su un terrazzo di conchiglie fossili, in cui è bello perdersi abbracciati alla persona del cuore.

L’appuntamento con la guida è nel Palazzo del Podestà, in Piazza del Municipio, alle ore 17.00. La visita guidata della Rocca avverrà a lume di candela, tra le stanze e i gradini della torre fino ad arrivare al culmine, il terrazzo panoramico da cui godere di una splendida vista sul borgo e la campagna. Qui sarà possibile scattare una foto ricordo e lanciare una lanterna volante (fino ad esaurimento scorte). A seguire, un aperitivo in Enoteca Comunale, ubicata all’interno dell’antico Palazzo del Podestà, per riscaldare i cuori e rifocillare le membra con i vini della vallata e gli ottimi salumi piacentini.

Costo a persona: 15,00 €. Prenotazione obbligatoria.
Ore: 17.00

Prenotazione obbligatoria: Tel. 0523 803215 – Mail iatcastellarquato@gmail.com

 

 

DIMMI DI SÌ

Organizza la tua spettacolare proposta di matrimonio nel giorno degli innamorati

Una sorpresa indimenticabile in un borgo incantevole. Volete chiedere al vostro partner di sposarvi e farlo in un modo spettacolare? Con dame, cavalieri e musici a fare da cornice? O magari un druido che vi legga le rune? Che ne dite di danze, giocolieri e giochi di fuoco? E se vi ritrovaste ad Hogwarts e Harry Potter vi facesse da testimone? Nel Borgo degli Innamorati, nel giorno degli innamorati, vogliamo aiutarvi a realizzare i vostri sogni.
Avrete a disposizione la Rocca Viscontea solo per voi per un’ora e altri servizi e intrattenimenti da concordare.
Scriveteci a: iatcastellarquato@gmail.com, raccontateci la vostra storia d’amore e qual è la vostra dichiarazione d’amore ideale. Creeremo insieme un’esperienza da ricordare per sempre.

Ore: 18.00 – 21.00

Prenotazione obbligatoria: Tel. 0523 803215 – Mail iatcastellarquato@gmail.com

 

EVENTI CASTELL’ARQUATO Gennaio e anteprime 2019

Gli eventi organizaati dall’Ufficio Turistico e i principali eventi del borgo nel 2019: Calendario eventi IAT 2019e principali-pdf

Il calendario è ancora in via di definizione e potrebbe subire modifiche

 

DOMENICA 6 GENNAIO
LA BEFANA VIENE ALLA ROCCA
Ore 15.30. Visita guidata e merenda per bambini
Info e prenotazioni: 0523 803215

 

fino al 13 gennaio
MOSTRA DI PRESEPI “PRESEPI DAL MONDO”
A cura di Pro Loco Castell’Arquato
Palazzo del Podestà, festivi e prefestivi

VAL D'ARDA

EVENTI FIORENZUOLA

STAGIONE TEATRO VERDI 2019

PROGRAMMA

sabato 5 gennaio, ore 21.15
in abbonamento
Grandi Interpreti
INTO THE STRINGS
ALESSANDRO BERTOZZI
e il Quartetto ARCHIMIA

Serafino Tedesi violino, Paolo Costanzo violino, Matteo Del Soldà viola,
Andrea Anzalon – violoncello accompagnati dai musicisti:
Andrea Carpena chitarra, Lorenzo Poli basso, Marco Orsi batteria

Un’altra stella del panorama musicale italiano, un artista completo e poliedrico che vanta collaborazioni prestigiose con grandissimi artisti nazionali, come Gianni Bella e Fiordaliso e internazionali come John Patitucci a Randy Brecker, da Andrea Braido a Hiram Bullock nel corso di lunga carriera dedicata, sin da piccolo, alla musica e partita dalle nostre terre. Bussetano come Verdi, il grande sassofonista e compositore sceglie, arrangia e ripropone in versione strumentale per sax contralto brani del suo repertorio e canzoni celebri, insieme a quattro musicisti di formazione classica (provenienti dai conservatori di Milano e Piacenza) che hanno portato in tournée nel mondo la loro ricerca di nuove sonorità classiche, pop e jazz, INTO THE STRINGS è un’originale selezione di canzoni di atmosfera, genere e periodi diversi, tutti dedicati, come dichiara lui stesso “a chi ama la musica strumentale e il sax contralto”.

 

sabato 12 gennaio, ore 21.15
in abbonamento
Grandi Interpreti
SCIUSCIA’ E ALTRE STORIE
con MICHELE PLACIDO
e DAVIDE CAVUTI
a cura di Davide Cavuti

Un grande del nostro panorama artistico e culturale che si racconta in un omaggio, scritto da Davide Cavuti, al neorealismo italiano e al grande compositore Alessandro Cicognini, uno dei compositori più importanti della storia del cinema, autore delle colonne sonore che hanno esaltato le interpretazioni di grandi attori come Totò, Aldo Fabrizi, Peppino De Filippo, Marcello Mastroianni, Sophia Loren. Una serata speciale dedicata al Cinema e all’Amore, con musiche di film diretti da De Sica come “Sciuscià” e “Ladri di Biciclette” e poi ancora con “Guardie e Ladri” di Monicelli eseguite dal vivo da artisti di grande livello diretti dal M° Cavuti e brani interpretati da un grandissimo Michele Placido, per la prima volta nel nostro teatro.

 

sabato 26 gennaio, ore 21.15
in abbonamento
l’Ironia intelligente
ROSSINI COMPILATION
‘per patacca narrante e 4 sax’
di e con PAOLO CEVOLI
e il Quartetto Saxofollia
Marco Ferri sax tenore, Giovanni Contri sax contralto,
Alessandro Creola sax baritono, Fabrizio Benevelli sax contralto

Nel 1868 muore Gioacchino Rossini. Un genio della musica. Tutto lo chiamavano “il Cigno di Pesaro” ma alcuni dicono che lui preferisse “il Cinghiale di Lugo”. Lugo di Romagna. Nel 2018, 150 anni dopo, un ‘patacca romagnolo DOC’, non di Lugo ma di Riccione, racconta in maniera semiseria, la vita e le opere di questo grande musicista e del mondo dell’Opera quando l’Italia era il Paese del “Bel canto”.

 

sabato 2 febbraio, ore 21.15
in abbonamento
La Grande Danza
INDACO e gli illusionisti della Danza
RBR DANCE COMPANY
Danza. Tecnica. Innovazione.
regia di Cristiano Fagioli e Gianluca Giangi Magnoni
musiche di Virginio Zoccatelli e Diego Todesco
coreografie di Cristiano Fagioli, Alessandra Odoardi, Ylenia
Mendolicchio, Leonardo Cusinato

Una delle più interessanti realtà del mondo della danza del nostro Paese propone la nuova sfida coreutica e concettuale degli Illusionisti della Danza sul rapporto uomo-natura, sulla ricerca delle proprie origini, sul bisogno di autenticità, espressi con l’arte del corpo umano, in un continuum di istantanee e coreografie emozionali. Uno spettacolo di ricerca e di forte attualità con al centro il tema dell’ambiente, il rispetto per il pianeta e la cura di esso in quanto appunto anima del mondo. I danzatori si alternano sul palcoscenico apparendo e scomparendo, moltiplicandosi magicamente grazie ad uno studio accurato di luci e proiezioni che incanta un pubblico piacevolmente proiettato in un’atmosfera rarefatta dalle magiche illusioni ottiche. Il tutto al servizio di temi universali e coinvolgenti.

 

sabato 16 febbraio, ore 21.15
in abbonamento
La Grande Comicità
COMPATIBILMENTE
RENATO POZZETTO & The Good Fellas Band
da un’idea di Renato Pozzetto
regia di Renato Pozzetto

Un’altra stella arriva al Verdi. La particolare forma di umorismo, caratterizzata da una vena surreale, ha reso questo attore, regista, cabarettista, cantante e sceneggiatore, uno dei protagonisti più noti della comicità italiana. Ma Renato Pozzetto è anche un Signore della comicità nazionale. “L’umorismo va usato onestamente.” – dice – “L’umorismo è universale: quando lo usi onestamente perché lo senti, o quando non giochi sulle cose che si logorano, come la volgarità o i mezzucci.” Dagli esordi al Derby con Jannacci, Lauzi, Toffolo, Cochi (quando, ‘negli anni Sessanta il pubblico stava quasi in ginocchio in una cantina a vedere gli attori che si esibivano su un palcoscenico alto due spanne (quando era tanto!), oppure quando abbiamo lavorato in posti dove come pedana mettevano il tappeto, quindi davvero un altro mondo. Avere successo lì voleva dire avere carattere.’) … cinquant’anni sono passati. Con la sua magia tira fuori dal cilindro il meglio di una carriera e di una vita sulle scene in un viaggio straordinario attraverso una comicità surreale e sempre moderna, impreziosita dalla presenza della musica suonata dal vivo dei The Good Fellas, dove il rock’n’roll incontra lo swing anche nelle canzoni dedicate …ad ombrelli e galline.

Venerdì 8 e Domenica 10 marzo, ore 21.15
fuori abbonamento
Speciale Festa della Donna: Bellezza Ironia Legalità

Venerdì 8 Marzo ore 21.15
W LO SWING ITALIANO!
GEORGIA CIAVATTA e i Cordiali

Una grande interprete, pupilla di Renzo Arbore, un sestetto di giovani talentuosi musicisti (Ciavatta, Satta, Frigoli, Podestà, Lari, Gagliardi) le parole della scrittrice e performer Liliana Palumbo, per immergerci nello swing degli anni degli anni ’30 e ’40, in cui la musica alleggeriva problematiche sociali gravi e forti del nostro Paese. Spettacolo della Scuola comunale di Musica M. Mangia.

 

Domenica 10 Marzo ore 21.15
SALVATORE COSENTINO
AL VERDI DI FIORENZUOLA
IL MAGISTRATO AUTORE ED INTERPRETE DI PIECE TEATRALI

 

Per un omaggio dell’Amministrazione comunale alla bellezza della dignità donna, troppo spesso negata e violata o relegata a figura ‘ornamentale o decorativa’, ma che è invece espansione di intelligenza, comunicazione di luce, coraggio, amore per la vita. Un invito quindi rivolto, con ironia e profonda leggerezza, anche e soprattutto agli uomini ed alle giovani generazioni, al rispetto di tale bellezza, alla convivenza civile, alla legalità.

 

ingresso libero sino ad esaurimento posti

 

EVA NON E’ ANCORA NATA
di e con SALVATORE COSENTINO

Pièce teatrale di Teatro-Canzone che il Sostituto Procuratore Generale presso la Corte di Appello di Lecce innamorato di arte, teatro e cultura, ispira alla canzone del 1978 di Giorgio Gaber. Il teatro, quindi, per coniugare il mondo del diritto con la bellezza e l’importanza dell’arte e della cultura nel diffondere il senso di responsabilità, che nell’individuo si sviluppa, oltre che con la adeguata repressione, anche con l’educazione al bello, al gusto, alla cultura, all’arte. La legalità non si realizza solo con i codici (o con le manette) ma anche attraverso il dialogo con la società civile. Questo è il convinto messaggio che ci propone il magistrato, modenese di nascita, da sempre in prima linea nella lotta contro la ‘ndrangheta, in ventitré anni di carriera (iniziata a soli venticinque anni) che lo ha visto Sostituto Procuratore a Taranto, nonché Procuratore Reggente a Locri, dove ha seguito importanti inchieste giudiziarie e dove è tornato tre anni fa, vincendo un ricorso contro lo stesso Consiglio Superiore della Magistratura.

 

sabato 23 marzo, ore 21.15
in abbonamento
Teatro Attualità
IL DOLORE PAZZO DELL’AMORE
di e con PIETRANGELO BUTTAFUOCO
e Mario Incudine e Antonio Vasta
e le loro musiche originali eseguite dal vivo
regia Mario Incudine

Un altro grande giornalista e scrittore italiano, in scena con un reading di parole e musica, tratto dal suo omonimo libro, che fa mostra delle tradizioni della Sicilia. I canti di un unico canto, un “cunto” che è un tuffo nel passato dell’autore, imbevuto innanzi tutto delle tradizioni della sua terra, restituite con passione di antico cantastorie, per cristallizzare quelle storie, quei canti, e farne la rappresentazione di un mito sopravvissuto ai tempi bui del mondo. La storia si fa prossima: irrompe l’anno della sovversione, il terremoto del Belice e l’altro terremoto delle rivolte studentesche e operaie e negli anni ottanta le storie parallele di mafiosi e di commissari di polizia, che lasciano il segno. Ma soprattutto c’è l’amore, e “all’amore bisogna credere, sempre. Anche quando ci fa pazzi di dolore”. Anche quando l’amore è una lettera d’addio che distilla malinconia.

 

ore 17.30 – Ridotto del Teatro Verdi
Incontro con PIETRANGELO BUTTAFUOCO
Presenterà il libro
Il Dolore Pazzo dell’Amoreda cui è tratto il lavoro teatrale
A marzo 2019 ore 21.15 appuntamento in via di definizione per la tradizionale tappa fiorenzuolana del PIACENZAJAZZFEST

 

 

venerdì 5 aprile, ore 21.15

in abbonamento

Teatro Attualità

LEONARDO

di e con VITTORIO SGARBI

musiche composte ed eseguite dal vivo Valentino Corvino

Le magistrali performance di Vittorio Sgarbi dimostrano come i grandi del nostro passato abbiano fortemente inciso sul modo di percepire il quotidiano in cui siamo immersi. Sgarbi tenterà di svelare un enigma su cui l’umanità si è da sempre interrogata e noi lo proponiamo nell’anno del cinquecentesimo dalla morte di LEONARDO DI SER PIETRO DA VINCI (1452/1519). Leonardo, ingegnere, pittore, scienziato, talento universale dal Rinascimento giunto a noi, ha lasciato all’umanità un corpus infinito di opere da studiare, ammirare e su cui tornare a riflettere ed emozionarsi. Ci saranno sicuramente Monna Lisa in compagnia dell’Ultima Cena, e ogni aereo ingegno che il genio di Leonardo studiò, fino a spingersi alla tensione del volare. La Stagione del Verdi, dedicata a riscoprire e ad ammirare le Stelle del nostro dell’ingegno italiano che, ancor oggi, illuminano il mondo!

 

Biglietteria Teatro Verdi:
 Ufficio del Teatro aperto dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 12.30 e le sere di spettacolo anche dalle 19.30 – via Liberazione – parcheggio più vicino Piazzale Cavour.

Tel: 0523/985253 – 0523/989250 – 0523/989274.

E-mail: teatroverdi@comune.fiorenzuola.pc.it; cultura@comune.fiorenzuola.pc.it

 

EVENTI VERNASCA

ESCURSIONI E PASSEGGIATE CON I CIUCHINI
La collina dei Ciuchini, Vernasca
Calendario eventi:http://www.lacollinadeiciuchini.it/
Info e prenotazioni:392 697 2211

 

PRESEPIO DI VIGOLENO (Comune di Vernasca – Piacenza)

Presepio meccanico elettronico dal 1989

 

Dal 25 dicembre 2018 al 27 gennaio 2019

25 dicembre: apertura dopo la messa di mezzanotte

Sabato e festivi  9.00 – 18.00

Feriali  tel. 0523895146 (Raffaello)

 

Il 25 dicembre, dopo la messa di mezzanotte, nel borgo di Vigoleno verrà aperto al pubblico il presepio meccanico elettronico, che resterà in funzione sino all’ultimo fine settimana di gennaio 2019. Il tradizionale presepio di Vigoleno è collocato in una piccola casa del borgo medioevale di cui occupa quasi interamente una stanza. Percorrendo lo stretto vicolo che scende a fianco dell’oratorio della Vergine delle Grazie, ci si imbatte in una ripida scala che conduce all’ingresso della casetta. Lo spazio è così limitato che, per visitare il presepio, occorre seguire un senso unico: si entra da una porta e si esce da un’altra porta. Davanti al piccolo edificio si trova un suggestivo terrazzo panoramico a strapiombo sulla valle.

Il presepio nasce nel 1989, dalla bravura e dall’impegno di artigiani locali che ogni anno lo rinnovano e ne curano la manutenzione. Attualmente comprende 35 movimenti, 42 motorini e 6 pompe ad acqua con un ciclo del giorno e della notte della durata di 7 minuti.

Dal 1992, il presepio di Vigoleno è iscritto all’Associazione Italiana Amici del Presepio.

 

Ingresso libero