Il Borgo di Vigoleno si impone per l’integrità del sistema difensivo, esempio perfetto della logica abitativa del medioevo.

Imponenti le mura merlate, percorse in parte da un panoramico camminamento di ronda: spicca la mole del mastio quadrangolare dotato di feritoie, beccatelli e merli ghibellini, con quattro piani di visita. In piazza potete ammirare la fontana cinquecentesca e nel borgo la chiesa romanica di San Giorgio.

Come si viveva, dunque, nel Medioevo? Lo scoprirete camminando nel borgo di Vigoleno, in provincia di Piacenza, visitando il mastio e il castello che la Duchessa Maria Ruspoli de Gramont trasformò dal 1921 al 1935, in uno straordinario salotto culturale, ospitando personaggi di cultura e alta società del Novecento come Gabriele D’Annunzio e Max Ernst. L’antico borgo, giunto intatto fino ai nostri giorni, era un feudo della famiglia Scotti e conserva la cinta muraria, l’alto mastio, il camminamento di ronda e la cisterna/ghiacciaia. L’unico accesso al borgo è preceduto da un ampio “rivellino”.

Il Borgo di Vigoleno e tutti i Castelli del Ducato hanno bisogno di voi: ogni visitatore, ogni turista che entra in uno dei nostri manieri fa un viaggio nella Bellezza e ci aiuta a tenere vivi e aperte rocche, fortezze, manieri.

INFO E PRENOTAZIONI

Tel: +39 329.7503774
E-mail: info@visitvigoleno.it

VISITE

 

La BIGLIETTERIA (Mastio – Piazzetta della Fontana all’interno del borgo) seguirà i seguenti Orari
SABATO 10:30-12:30 15:00-17:30 (ultimo ingresso);
DOMENICA e FESTIVI: 10:30-12:30 14:30-17:30 (ultimo ingresso);
Sono possibili PAGAMENTI SOLO IN CONTANTI per tutte le tipologie di visite;
NORME ANTI COVID ATTUATE: obbligo mascherina al chiuso e tutte quelle prescritte dal decreto attualmente vigente

CHIUSO: 25 dicembre, 1 gennaio.

 

 

Visita libera
Mastio - Camminamento di ronda - Torre sud

SABATO, DOMENICA E FESTIVI: 10:30-12:30 / 14:30-18:30.
BIGLIETTO ADULTO: € 4,00.
BIGLIETTO RIDOTTO: (bambini dai 6 agli 11 anni, studenti universitari, iscritti al FAI e al Touring, Castelli del Ducato, Gruppi) € 3,00.

Visita guidata
Piano nobile - Teatrino

SABATO, DOMENICA E FESTIVI: 10:30, 11:00, 11:30; 16:15, 16:45, 17:10.
BIGLIETTO ADULTO: € 6,50
BIGLIETTO RIDOTTO: (bambini dai 6 agli 11 anni, studenti universitari, iscritti al FAI e al Touring, Castelli del Ducato, Gruppi) € 5,50

Visita guidata
Visita completa

SABATO, DOMENICA E FESTIVI: 15:00
BIGLIETTO ADULTO: € 8,50
BIGLIETTO RIDOTTO: (bambini dai 6 agli 11 anni, studenti universitari, iscritti al FAI e al Touring, Castelli del Ducato, Gruppi) € 7,50

Museo degli Orsanti


Il Museo gli Orsanti nasce originariamente a Compiano, nella Chiesa sconsacrata di San Rocco. Raccoglie testimonianze della vita degli Orsanti, uomini coraggiosi,  artisti musicanti e ammaestratori di animali che portarono in giro per il mondo, nelle vie e nelle piazze i propri spettacoli.

L’immagine che si presenta al visitatore è sorprendente, quasi onirica: grandi orsi di cartapesta, insoliti strumenti musicali, costumi di scena, stampe d’epoca, dipinti, documenti e oggetti di vita quotidiana narrano la storia di uomini, partiti da Compiano, presumibilmente già nel XVIII secolo, che hanno vissuto una vita avventurosa errando per terre lontane.

Gli Orsanti non sono un’invenzione narrativa. L’emigrazione girovaga è un fenomeno realmente esistito nelle zone dell’Appennino parmense, e ha radici remote. Accattonaggio, commercio ambulante, lavori campestri e forestali, filatura, spettacoli di strada con animali  – appunto di Orsanti e Scimmmiari – o con esibizioni musicali, furono alcune delle attività con cui gli abitanti delle zone appenniniche cercarono di affrontare, tra il Settecento e l’Ottocento, il difficile problema della sopravvivenza.

Una volta giunti in un luogo sufficientemente esposto al transito di persone, allestivano il proprio palco per lo spettacolo. Fra tutti gli animali, scimmie, pappagalli o cammelli che le compagnie di Orsanti addestravano per le proprie esibizioni, il pezzo forte era l’orso, il cui peso poteva raggiungere i 350 chili e, una volta alzato sulle due zampe posteriori, i due metri d’altezza.

Lo si faceva ballare, girare, saltellare, ma il numero più atteso era la lotta fra il domatore e la fiera. La lotta era ovviamente una studiata pantomima, anche perché, una zampata del plantigrado sarebbe stata sufficiente a spezzare il collo del domatore. Il carattere imprevedibile dell’orso rendeva comunque pericoloso questo genere di esibizione.

Molto spesso il numero si concludeva con la fiera battuta, stesa a terra come se fosse morta, che se ne usciva dalla scena trascinata via fra gli applausi per poi riprendersi immediatamente appena sfuggita agli sguardi del pubblico.

INFO E PRENOTAZIONI

Tel: +39 329.7503774
E-mail: info@visitvigoleno.it

VISITE

ORARI DI APERTURA
SABATO, DOMENICA E FESTIVI: su richiesta negli orari della biglietteria del Mastio (10:30-12:30 / 14:30-17:30).

PREZZI

BIGLIETTO ADULTO: € 4,00
BIGLIETTO RIDOTTO: (bambini dai 6 agli 11 anni, studenti universitari, iscritti al FAI e al Touring, Castelli del Ducato, Gruppi) € 3,00

Info utili

Contatta l'Ufficio Turistico di Castell'Arquato

Prenderemo in carico la tua richiesta, un operatore risponderà prima possibile.